Home » News » Sony LSPX-W1S: 4K Laser con ottica ultra corta

Sony LSPX-W1S: 4K Laser con ottica ultra corta

sony 4k laser 15 04 2015 - Sony LSPX-W1S: 4K Laser con ottica ultra corta

Il proiettore Sony LSPX-W1S, facente parte della serie Life Space UX, arriverà anche in Europa, entro la prossima estate. Questo prodotto, già disponibile negli Stati Uniti, è molto particolare. Abbina contenuti tecnologici di rilievo a una veste inusuale, che combina materiali di pregio, come l’alluminio, e un design ricercato. Lo scopo è quello di utilizzare i normali spazi abitativi, rendendoli più coinvolgenti. Per raggiungere questo scopo occorre, naturalmente, che il proiettore non somigli al classico parallelepipedo da fissare al soffitto. Sony ha quindi optato per l’aspetto di un mobile e, in effetti, la somiglianza non è casuale, poiché LSPX-W1S è composto da vari elementi, tra cui il proiettore vero e proprio, due diffusori audio (40W x 2) e due cabinet capaci di contenere altre elettroniche.

sony 4k laser 2 15 04 2015 - Sony LSPX-W1S: 4K Laser con ottica ultra corta

Panasonic OLED

Per quanto riguarda le specifiche tecniche, il proiettore Sony utilizza tre pannelli SXRD a risoluzione 4K, con una sorgente luminosa ibrida Laser / fosfori. La luminosità si attesta sui 2.000 lumen, con una durata di 20.000 ore e il supporto al 3D, tramite occhiali attivi opzionali. L’ottica è ultra corta e permette di proiettare su una diagonale compresa tra 66″ e 147″. Sono presenti anche due delle tecnologie simbolo di Sony: Triluminos e Reality Creation. Gli ingressi HDMI sono quattro in totale, tutti in versione 2.0 “draft”, e quindi compatibili con segnali YCbCr in 4:2:0 a 8 bit.

Al momento non è stato ancora annunciato il prezzo di vendita. Negli Usa il proiettore è proposto a circa 50.000 dollari.

Fonte: Sony

Filippo Gamberini

Filippo Gamberini

4 commenti

  1. scappaticcileo@yahoo.com

    Ciao.
    Dicono da 66″ fino a 147″.
    Supponendo per lo schermo un rapporto 16/9, si ottengono con 2.000 lumen poco più di 500 nit (66″) e da qui si scende fino a poco più di 100 nit (147″). Se non ho commesso errori nei calcoli, mi sa che la diagonale massima è utilizzabile a condizione di oscurare per bene l’ambiente, anche se non completamente, diciamo che durante le ore di sole risulta un po’ complicato godere delle immagini a dimensione massima. Ma il mobiletto ha le ruote? Se così fosse, si potrebbe pensare ad un movimento avanti-indietro per compensare la perdita di luce durante il giorno portandolo più vicino alla parete, per poi allontanarlo la sera, davanti al gande film oppure alla partitona o al concertone.

  2. Alberto Pilot

    Dai Antonio, 50.000 euro per un prodotto “fuori formato” (4K DCI), ma soprattutto che accetta solo segnali YUV 4:2:0 ad 8 bit …. Di che cosa stiamo parlando !??

    La Sony evidentemente non ha ancora “finito” di prenderci in giro …..

    (editato dall’amministratore)

    • Gian Luca Di Felice
      Gian Luca Di Felice

      Ciao Alberto,
      si possono esprimere concetti, senza per forza dover usare termini eccessivamente coloriti…

      Ti ho editato la parte finale del commento! 😉

Lascia un Commento