Home » Articoli » Proiettore Laser Epson EH-LS10000: first look

Proiettore Laser Epson EH-LS10000: first look

art_epson2_13_02_15

In occasione dell’ISE 2015 di Amsterdam, il nostro amico, lettore e collega Alberto Pilot ha avuto modo di assistere a una lunga dimostrazione del nuovo e attesissimo videoproiettore laser con matrici 3LCD Reflective e tecnologia “4K Enhancement” Epson EH-LS10000 (vedi news). Il nuovo top di gamma Epson richiede 6 secondi di start-up, seguito da 15 secondi di riscaldamento, per un totale di 21 secondi per avere il proiettore perfettamente pronto all’uso. Il circuito di raffreddamento è simile alle soluzioni ad aria per i processori PC, con un corpo centrale alettato e dei tubi in rame che per conduzione dissipano il calore dei panneli LCD riflessivi, Ne deriva dunque uno châssis “generoso” e un funzionamento davvero silenzioso.

art_epson1_13_02_15

A fronte un flusso luminoso dichiarato di 1.500 lumen, una volta calibrato sono stati misurati 820 lumen in modalità “cinema”. Sullo schermo da 3,5 metri di base in formato 2,35:1 (con blanking attivato), l’impressione era di ottima luminosità e dinamica. Grazie all’obiettivo motorizzato (fuoco, basculamento e zoom), il telecomando consente anche di impostare due banchi di memoria per proiezioni in 16/9 o in “scope” 2,35:1. Venendo alla proiezione vera e propria, ha impressionato favorevolmente il livello del nero davvero contenuto, con la sorgente luminosa totalmente spenta in assenza di segnale. Il tutto senza mai affogare e la sensazione di una dinamica ampia, ma sempre sfruttabile. Dettaglio, fuoco e contrasto sono quelli ottimi già visti nella mai nata serie “R” (i 3CLD Reflective R2000 e R4000 Full HD con lampada “tradizionale”, mai arrivati sul mercato), per cui al di sopra di ogni sospetto per un LCD, sebbene riflessivo. Non raggiunge le vette di dettaglio di un DLP, ma con materiale Full HD 1080p (l’ormai immancabile Blu-ray di “Oblivion”) il risultato è spettacolare. E’ stata poi attivata la modalità 4K in versione “4K-3” sulla scala di 4 step possibili (avranno valutato che oltre introduceva artefatti) e sono comparsi quei dettagli e quelle sfumature tipiche di un proiettore top di gamma DLP.

epson1_05_09_14

Un’elaborazione molto interessante, ma stiamo sempre parlando di uno scaling, oltre tutto su pannelli che lo effettuano in modo “furbo” come l’e-Shift 4K di JVC. A onor del vero il quadro è stabilissimo e compatto, nulla da dire, ma in alcuni movimenti e panning, si vede che c’è un processamento e sono comparsi dei micro artefatti che credo di essere stato l’unico in sala a notare, vista la bava che colava a terra dalla bocca di tutti gli altri. Si tratterà di settings o di altro, ma il mio è cercare il pelo nell’uovo. Poi si è passati alla dimostrazione dell’ampiezza del gamut, usando ” Speed Racer” che è sovra- saturato di ” cattiveria” sulle tinte del rosso e, già in modalità “cinema” era ” troppo”. Messo in modalità DCI era inguardabile, nonostante la tronfia soddisfazione del reponsabile tedesco che ce lo faceva vedere. Vabbè…. esercizio di stile inulte. Molto più interessante il supporto al gamut Adobe sRGB per vedere le foto senza campionamento. Infine, la visione di materiale 4K nativo con il player RED Ray 4K. Dopo un paio di minuti di non aggancio della HDCP, forse dovuto al fatto che durante gli smanettamenti un cavo HDMI si era parzialmente sfilato, le immagini sono apparse splendide e spettacolari. Le clip erano codificate con un bitrate molto elevato e soprattutto caratterizzate da panning lenti e ben orchestrati. Soliti “trucchetti” da fiera, ma ci sta, in attesa di provare la macchina di persona e con materiale di riferimento.

epson2_05_09_14

Il giudizio sommario dopo 30 minuti di visione è molto molto positivo. Non sembra soffrire del fatto di essere “solo” un 1080p, anche se andrà visto con contenuti “normali” ed in tutte le condizioni di utilizzo. Mi sembra vada meglio degli ultimi proiettori JVC e non vedo l’ora di metterlo a confronto con il VPL-VW500ES di Sony, anche se a memoria ho l’impressione che l’Epson LS10000 sia più dinamico in termini assoluti.

Ringraziamo ancora Alberto per queste preziose prime impressioni e attendiamo a questo punto un esemplare in prova da Epson (ce lo hanno promesso, ma non sappiamo ancora quando arriverà). Ricordiamo che l’arrivo sul mercato è previsto tra marzo e aprile ad un prezzo di circa 8.000 Euro.

Fonte: Redazione

Gian Luca Di Felice

Gian Luca Di Felice
Email: gianluca@tech4u.it. Amministratore e direttore di Tech4U. Appassionato di musica, cinema e informatica, ho collaborato con i più importanti mensili e siti di tecnologia, nonché quotidiani nazionali. Sono in possesso dell'attestato "ISF Level II Certified Calibrator" (certificazione internazionale per la calibrazione video) e sono stato anche consulente per aziende di authoring DVD / Blu-ray e studi di architettura.

26 commenti

  1. Rosario

    Grande Alberto!!! Mi hai messo ancora più hype! 😀

  2. Alberto Pilot

    Ciao Rosario,

    Al netto del prezzo d’acquisto (che sicuramente non è della fascia “entry level”, però il proiettore è il top di gamma HT per Epson), se JVC a non esce anche lei col laser può salutare il mercato e mi sbilancio …. Anche Sony la vedrà brutta …. Aspettiamo la recensione di Andrea ma il prodotto ha sicuramente più di un’asso nella manica.

    E giusto per …. Ha la HDMI 2.0 “piena” a 18 Gbps ….. Gli “altri”, soprattutto quelli che si sono “inventati” il 4K consumer, no ….. 🙂

  3. Rosario

    :O addirittura! A questo punto spero di poterlo vedere presto coi miei occhi.

  4. Andrea Manuti

    Alberto, non sapevi che il mio terzo nome è diventato Tommaso da Epson? Dopo le due presentazioni andate a buca questo lo voglio vedere qui… sul tavolo! Mi auguro che serva a dare un po’ di sprint ad un mercato che vedo pericolosamente ingessato. Speriamo davvero perché a me l’RH4000 è rimasto nel cuore…

  5. Rosario

    Chissà se è compatibile e/o aggiornabile all’HDR…

    • Alberto Pilot

      Rosario …. Lascia perdere ste “cavolate” del marketing … I sistemi sono “HiFi” nel senso che dovresti avere l’impressione di guardare una finestra sulla realtà …..

      Tutte queste trovate “geniali” servono a post elaborare il segnale video in modo da fare di tutto, tranne che rappresentare la realtà “vera”.

      HDR è una bella invenzione usata negli ambiti per i quali è nato … Non per l’home Theater.
      ovviamente IMHO

  6. microfast

    Un po’ caro, ma interessante, da farci un pensierino …

  7. Alberto Pilot

    Merita più di una visione superficiale Marco ….. Poi collegato e calibrato col Digifast deve essere davvero uno spettacolo per gli occhi 🙂

    • microfast

      A parte non l’essere un 4K reale, sembrerebbe in effetti molto interessante …

      Curioso di conoscere lo street price e quale il margine per la rivendita.

      Non ti nascondo che non mi dispiacerebbe un test in accoppiata al DIGIFAST per vedere ( e far vedere ) l’effetto che fa …

      Va be, visti i precedenti, penso che questo sia precluso a prescindere e l’unico modo sia arrangiarsi.

      Attendo quindi notizie più precise al riguardo per capire se ne valga la pena.

      Saluti
      Marco

  8. Alberto Pilot

    Sinceramente il fatto che non sia un “4K nativo” lo vedo come l’ultimo dei suoi (e miei) problemi 😀

  9. Alberto Pilot

    Non so se si era già visto in giro, ma questo è quasi il filmato che ci hanno fatto vedere all’inizio della presentazione nella saletta cinema prima di visualizzare anche le sorgenti esterne (più o meno) standard:

    http://youtu.be/aT-b6yVjY0E

  10. lello

    Io sarei interessato al fratellino LS9600, va vorrei capire una cosa circa la tecnologia laser.
    L’articolo parla di un raffreddamento ad aria, come per i processori dei pc, quindi questi vpr non emettono aria calda, giusto?

    Un’altra cosa: avete idea dello street price del LS9600?

    • Gian Luca Di Felice
      Gian Luca Di Felice

      Ciao Lello,
      benvenuto su Tech4U! 🙂
      Questi nuovi Epson Laser emettono aria calda, proprio come qualsiasi PC e qualsiasi altro videoproiettore. La scocca generosa e il raffinato percorso di raffredamento e dissipazione del calore, consentono di attenuare la rumorosità, ma l’aria calda deve essere per forza di cose espulsa!

      Il LS9600 annunciato e disponibile negli Stati Uniti, non verrà importato e distribuito in Europa:
      https://tech4u.it/7080-epson-proiettore-laser-eh-ls10000-in-primavera/

      Se sei interessato a questo tipo di tecnologia, dovrai per forza orientarti sul LS10000 😉

      • lello

        E se uno lo ordina dagli USA quali sarebbero i problemi? Il costo dello sdoganamento, l’acquisto di un adattatore per la presa e poi?

        Per l’assistenza potrebbero esserci problemi?

        • Alberto Pilot

          Se il prodotto non è regolarmente distribuito in Europa (e non solo in ITA), per ogni problema di post vendita, ogni filiale locale può rifiutarsi di fornire assistenza.

          Quindi lo dovresti rimandare sempre in USA aprendo di volta in volta una temporanea esportazione per pagare meno dazi ed oneri doganali (tranne le pratiche che servono per aprire e chiudere il documento temporaneo).

          Non so quanto ne valga la pena onestamente

  11. lello

    Azz., mi era proprio sfuggita sta cosa! 🙁 Quindi se voglio il 10.000 dovrò aspettare che scendano un pò i prezzi.

    Avendo una saletta non molto alta (212 cm.), speravo nel laser per risolvere il problema dell’aria calda specie d’estate (l’aria condizionata non voglio/posso metterla).

    Ma anche con il led resta il problema dell’aria calda?

  12. Alberto Pilot

    Ciao Lello,

    Considera che i LED o i Laser non scaldano più di una lampada al mercurio (tranne in rari casi e parlando a parità di potenza luminosa emessa), ma necessitano di circuiti che siano in grado di mantenere costante la temperatura di esercizio, così che le caratteristiche colorimetriche rimandano come da taratura.

    Alcuni costruttori utilizzano celle di Peltier, qualcuno radiatori con dissipazione per condizione (come questo caso), altri ancora proprio un ricucito chiuso a liquido. Si fa un bilancio termico ed economico e quindi si sceglie la via più opportuba.

    Detto questo OGNI video proiettore ha la necessità di smaltire aria calda e soprattutto di pescare in ambiente aria fresca; nelle macchine professionali (a volte racchiuse in box appositi o relegati un qualche nicchia occultata) è proprio specificato il valore di BTU/H perché la macchiba continui a funzionare senza problemi alla componentistica interna.

  13. lello

    Grazie Alberto e Gian Luca.

    A questo punto, se non posso mettere l’aria condizionata, posso far fare un buco nel muro all’altezza del vpr e poi metterci un griglia (tipo i fori nelle cucine quelli previsti per legge per far uscire il gas).

  14. Alberto Pilot

    Devi solo valutare come e dove viene aspirata l’aria fresca nel proiettore e poi esplulsa quella calda.
    In sostanza non ti basta fare un foro “sopra” al proiettore (occhio a come fissi la staffa), ma a questo punto dovresti dotarti di una hush-box come quelle della AudiPak che permettono il corretto flusso d’aria bel proiettore, ed in più lo silenziano anche … Non necessario in questo caso specifico, ma insomma …..

    Il tutto però di costa come mezzo proiettore 🙁

    Altrimenti dovresti studiare un sistema push-pull su questa grata (ventole a basso giri per il rumore) in modo da garantire il ricircolo dell’aria corretta come “se la aspetta il proiettore”, ma scongiurando qualunque corto circuito idraulico.

    Ti sei preso una bella “rogna” 😀

  15. lello

    Proprio in questi giorni ho letto che di aria calda ne spara parecchia!

    Io speravo nei laser/led per avere un vpr che sparasse meno aria calda, ma qui addirittura è peggio. 🙁

Lascia un Commento