Home » News » Audio » DTS:X: prime demo al CES 2015

DTS:X: prime demo al CES 2015

dts 14 01 2015 - DTS:X: prime demo al CES 2015

DTS ha sfruttato la vetrina offerta dal CES di Las Vegas per offrire le prime demo del DTS:X (vedi news), il suo nuovo formato audio. Come ampiamente previsto, DTS:X sarà un diretto concorrente di Dolby Atmos: entrambi i formati si basano sull’audio a oggetti. La novità portata da queste soluzioni consiste nella capacità di posizionare i singoli suoni, cioè gli oggetti audio, all’interno dell’ambiente, con elevata precisione. Non si tratta più di riprodurre solo tracce, ma di poter collocare l’origine dei suoni nello spazio, in maniera dinamica. Per comprendere quali sono le potenzialità, possiamo elencare alcune funzioni mostrate al CES.

dts 3 14 01 2015 - DTS:X: prime demo al CES 2015

La configurazione dei canali a soffitto nella sala demo

Panasonic OLED

Tra il materiale utilizzato per la dimostrazione, era presente una partita di calcio. L’utente poteva regolare il volume del dialogo in maniera completamente autonoma, senza alterare l’audio del resto della traccia audio, senza mutare il livello del canale centrale e senza dover alzare la posizione dei dialoghi, come avviene quando ci si affida ai canali “presenza”, disponibili su alcuni DSP. Altre impostazioni permettevano di enfatizzare il volume dei cori, sia dei tifosi di casa che degli ospiti, oltre a cambiare il commento dei cronisti e a mettere in risalto le voci da bordo campo.

Le specifiche ufficiali non sono state annunciate, così come non è stato chiarito se i prodotti compatibili con Dolby Atmos potranno supportare anche il DTS:X. Tutti questi dettagli saranno chiariti il prossimo marzo, quando il nuovo formato arriverà sul mercato.

Fonte: AVSForum

Filippo Gamberini

Filippo Gamberini

4 commenti

  1. pathfinder2810

    Penso che ormai vi siete fatti più che un’idea per come penso abbiate ascoltato il dolby atmos, il dts:x e l’auro 3d.Quale sarebbe il migliore dei tre e quale potrebbe avere più successo per quanto riguarda l’home cinema?

  2. Filippo Gamberini
    Filippo Gamberini

    Ciao: non abbiamo ancora ascoltato DTS:X, che comunque sembra poco giudicabile al momento, poiché mancano specifiche e prove con tutti i crismi, che difficilmente si possono effettuare in fiere come il CES.
    Tra Auro e Dolby, invece, io propenderei per l’Atmos: anche solo la quantità di software disponibile e in arrivo mi sembra far pendere decisamente la bilancia su quest’ultimo.

  3. Alberto Pilot

    Mi permetto di dissentire parzialmente da quello che dice Filippo; Auro3D ha un effetto di coinvolgimento che a me è piaciuto di più di Atmos. La vera differenza (e qui sono d’accordo al 101% con lui, invece) è che a parte qualche traccia demo e poco più, non c’è altro in giro. E sembra neppure che arrivi qualcosa. In effetti c’è parecchia confusione attorno a queste codifiche, tanto che con l’arrivo di questo DTS X le carte si sono mescolate ancora.

    Quel che è “chiaro” è che tappezzare i soffitti delle sale cinema/Home Theater NON dedicate, diventa davvero un esercizio di stile difficilmente percorribile.

  4. pathfinder2810

    Concordo sul fatto della confusione…

Lascia un Commento