Home » News » Audio » Disney e le stranezze dei Blu-ray 4K (che non arrivano in Italia)

Disney e le stranezze dei Blu-ray 4K (che non arrivano in Italia)

disney4k evi 18 07 17 - Disney e le stranezze dei Blu-ray 4K (che non arrivano in Italia)

Ultimamente potrebbe sembrare che io ce l’abbia con la Disney, ma la verità è che ce l’ho proprio con la Disney per via di scelte sulle edizioni Blu-ray e ora anche Ultra HD Blu-ray che non stanno né in cielo né in terra. Ma andiamo con ordine. Qualche giorno fa Disney ha annunciato l’arrivo delle edizioni Blu-ray e Ultra HD Blu-ray de “I Guardiani della Galassia vol.2”. Prima brutta notizia, i Blu-ray saranno disponibili in Italia dal 30 agosto, mentre l’edizione Ultra HD Blu-ray risulta al momento “non pervenuta”. Edizione Ultra HD Blu-ray che arriverà, invece, in Germania, Francia e Gran Bretagna. Ma non avranno da rallegrarsi più di tanto neppure gli altri appassionati europei e, udite udite, neppure gli americani!

Perché? Ebbene per qualche strano motivo, l’edizione Ultra HD Blu-ray avrà l’HDR in standard HDR10, mentre l’HDR Dolby Vision sarà riservato solo alla copia digital download (??!!??!!??!!). Ma non è finita qua, visto che il Blu-ray avrà una traccia originale Dolby Atmos negli USA e in DTS-HD Master Audio 7.1 in Europa, mentre l’Ultra HD Blu-ray avrà la stessa traccia Atmos per l’edizione statunitense e tracce esclusivamente Dolby Digital Plus 7.1 in Europa. In pratica, l’edizione Ultra HD Blu-ray si sentirà peggio dell’edizione Blu-ray!

disney4k 1 18 07 17 - Disney e le stranezze dei Blu-ray 4K (che non arrivano in Italia)

Clicca per ingradire

Ma veniamo ora a un secondo titolo annunciato in Ultra HD Blu-ray da Disney (solo negli Stati Uniti per ora). L’ultimo capitolo della saga dei Pirati dei Caraibi (La Vendetta di Salazar) dovrebbe arrivare a ottobre e anche in questo caso l’HDR sarà in standard HDR10, con il Dolby Vision riservato esclusivamente alla copia digital download (??!!!??!?!). Ma le contraddizioni potrebbero non essere finite qui, visto che il Blu-ray dovrebbe avere una traccia originale inglese Dolby Atmos con core TrueHD 7.1, mentre per l’edizione Ultra HD Blu-ray Disney avrebbe optato (non abbiamo ancora l’ufficialità) per una traccia sempre Dolby Atmos ma con core Dolby Digital Plus 7.1 (quindi compressa!).  

Detto questo, non credo di dover aggiungere altro perché temo che in Disney ci sia un bel po’ di confusione al momento. Lascio a voi i commenti del caso….

Fonte: Redazione

Gian Luca Di Felice

Gian Luca Di Felice

Email: gianluca@tech4u.it. Amministratore e direttore di Tech4U. Appassionato di musica, cinema e informatica, ho collaborato con i più importanti mensili audio-video e quotidiani nazionali. Sono stato anche consulente per aziende di authoring DVD e Blu-ray e posseggo l’attestato “ISF Level II Certified Calibrator” per la misurazione e calibrazione di TV, monitor e videoproiettori.

4 commenti

  1. Pensavo che il disordine e le scelte strampalate fossero peculiarità della sede italiana. Vedo che la Disney è confusionaria e non ne azzecca una ovunque. E meno male che il nuovo CEO ha detto “Disney è per tutti”. Per l’Italia sembra proprio di no.

  2. E’ triste, molto triste constatare la scarsa considerazione e l’assolutata mancanza di rispetto che la Disney italia ha nei confronti del mercato italiano, degli appassionati, della clientela nel proporre edizioni Blu ray – prodotti Ufficiali che, per questo, dovrebbero essere curati qualitativamente sotto ogni aspetto – inferiori sotto il profilo audio a quelli proposti per gli altri mercati europei escludendoci addirittura dal mercato 4K. Sinceramente non ci sono parole. E’ triste constatare l’assordante silenzio di fonte ai ripetuti segnali lanciati dalle comunità di appassionati.

    • Gian Luca Di Felice
      Gian Luca Di Felice

      Qui ormai la mancanza di rispetto per gli appassionati è complessiva! Non si tratta più neanche di Italia vs. resto del mondo. Io vorrei conoscere il “genio” che ha deciso di usare il Dolby Vision per la copia digitale (quindi a bitrate video decisamente più basso) e l’HDR10 per l’Ultra HD Blu-ray. Qui mancano proprio le basi di conoscenza tecnica, perché applicare i metadati HDR dinamici (Dolby Vision) a una traccia video maggiormente compressa, significa sostanzialmente vanificarne i vantaggi, specie alle basse luci. Mi sembra di stare su scherzi a parte… 🙁

  3. …. assolutamente d’accordo. Competenze tencihe zero virgola da cui scelte davvero sconfusionate…

Lascia un Commento