Home » News » Automotive » Nvidia Tegra X1: SoC 8 core con GPU a 256 core

Nvidia Tegra X1: SoC 8 core con GPU a 256 core

nvidia 05 01 2015 - Nvidia Tegra X1: SoC  8 core con GPU a 256 core

Nvidia ha presentato un nuovo SoC al CES 2015. La novità prende il nome di Tegra X1, e promette prestazioni di altissimo livello per tutti i dispositivi mobile che lo adotteranno. A svelarlo è stato Jen-Hsun Huang, il CEO di Nvidia. I numeri di X1 sono impressionanti: la capacità di calcolo raggiunge 1 Teraflop. Il cuore del SoC è costituito da un processore octa-core (4 ARM Cortex A57 e 4 ARM Cortex A53), dotato di 4GB di RAM e di una GPU Maxwell, dotata di ben 256 core, un deciso aumento rispetto ai 192 core di Tegra K1.

Un’idea più precisa sulle prestazioni la forniscono i benchmark:

NVIDIA X1 REFERENCE
GOOGLE NEXUS 9
NVIDIA SHIELD TABLET IPAD AIR 2
AndEBench-Pro 12,401 12,047 10,363 N/A
3DMark IS Unlimited 43,769 24,256 30,970 21,659
GFXBench 3.0 Manhattan Offscreen (fps) 65 31 31 32.4
CF-Bench N/A 31,695 43,033 N/A

Il distacco, rispetto a iPad Air 2 e ai SoC Tegra K1 utilizzati da Nexus 9 (versione a 64 bit) e Shield Tablet (versione a 32 bit) è evidente. Grazie anche al processo produttivo a 20 nanometri, X1 è capace di contenere i consumi, con prestazioni che risultano dal 40 al 100% superiori a quelle di K1. La GPU permette anche di utilizzare molte delle API impiegate nello sviluppo di giochi per PC. L’architettura Maxwell, infatti, è la stessa che ritroviamo sulle GTX 980 per PC (chiaramente le prestazioni non sono le medesime).

Altri strumenti compatibili, sempre per quanto riguarda lo sviluppo di videogiochi, sono Unreal Engine 4, DirectX 12, OpenGL 4.5, CUDA, OpenGL ES 3.1 e l’Android Extension Pack. Ottime anche le prestazioni in campo video: X1 può decodificare flussi a risoluzione 4K con 60 fotogrammi al secondo, nei formati H.264, H.265 e VP9. L’ambito di utilizzo è quello dei tablet e il settore automotive. I primi prodotti dotati di Tegra X1 dovrebbero giungere sul mercato nel corso dell’anno.

Fonte: Nvidia.

Filippo Gamberini

Filippo Gamberini

Lascia un Commento