Home » News » Audio » In arrivo 3 nuovi Blu-ray con Dolby Atmos

In arrivo 3 nuovi Blu-ray con Dolby Atmos

dolby atmos 21 11 2014 - In arrivo 3 nuovi Blu-ray con Dolby Atmos

L’introduzione del formato audio Dolby Atmos, nel mercato dell’home cinema, è molto recente. Fortunatamente sembra che il software compatibile possa arrivare con una certa regolarità, permettendo di sfruttare i nuovi sintoamplificatori dotati del supporto alla nuova codifica. All’uscita di Transformers 4, il primo Blu-ray Dolby Atmos in assoluto, è seguito Step Up All In, ed è ora la volta di tre nuovi titoli. Le novità sono Gravity, nella versione Diamond Luxe Edition, Hercules e Tartarughe Ninja.

Ricordiamo che le uscite in questione sono riferite al mercato statunitense: al momento non disponiamo di informazioni sull’eventuale presenza della traccia Dolby Atmos sulle edizioni in italiano.

Fonte: AVCesar

Condividi su:

Filippo Gamberini

Filippo Gamberini

3 commenti

  1. pathfinder2810

    Tralasciando il discorso se uno vuole farsi un impianto audio per il Dolby Atmos ma quale sarebbe il senso di vendere in Italia sinto,amplificatori Dolby per poi non avere tale codifica nei BD italiani?

  2. Avatar
    Gian Luca Di Felice

    I sinto-amplificatori vengono sviluppati per commercializzazioni internazionali. E comunque, sei liberissimo di acquistare un’edizione Blu-ray americana e goderti l’audio oiginale in Dolby Atmos. So che non è il massimo per chi ha difficoltà con l’inglese, ma non vi è altra soluzione al momento! 😉

  3. pathfinder2810

    Gian Luca le tue disamine sono sempre corrette.. capisco che vengono sviluppati per commercializzazioni internazionali ma i lor signori dovrebbero fare come fanno le major cinematografiche. Tendono a localizzare le tracce audio? Ebbene loro localizzano anche i sintoamplificatori…Tanto nel commercio è una prassi consolidata: basta vedere quello che fanno con i telefonini di ultima generazione dove in alcuni mercati non arrivano certi modelli di smartphone..

    Vedersi un film in Inglese? Deve essere una libera scelta e non una costrizione e purtroppo questa è una costrizione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.