Home » Articoli » TV OLED HDR Philips 55POS9002 – La prova

TV OLED HDR Philips 55POS9002 – La prova

Menu e calibrazione

philips 9002 oled 16 - TV OLED HDR Philips 55POS9002 - La prova

L’interfaccia del televisore è basata su una versione personalizzata del sistema operativo Android TV 6.0.1 Marshmallow, ormai piuttosto maturo, stabile e intuitivo. Visto che la piattaforma prevede che le App utilizzate rimangano attive in background (e tutto il funzionamento del TV è basato su applicazioni, anche la visione dei canali televisivi) è possibile che l’accumulo nel tempo porti a un progressivo rallentamento dell’interfaccia. Per ovviare al “problema” suggeriamo di riavviare completamente il TV di tanto in tanto: si può fare staccando e riattaccando l’alimentazione, oppure andando in “Impostazioni” -> “Impostazioni Android” -> “Informazioni” -> “Riavvia”.

Il TV è completo di una serie di applicazioni già preinstallate (come Netflix, YouTube, Google Play Store, Play Film, Play Music e molte altre), tra cui un media-player decisamente versatile e in grado di riprodurre contenuti sia da periferiche d’archiviazione USB che in streaming locale DLNA / UPnP fino a risoluzione 4K Ultra HD, anche con HDR. Non abbiamo riscontrato particolari problemi né con file MKV, né tanto meno con gli Mpeg 2/4 o HEVC, sia a 24p, sia fino a 60 fotogrammi al secondo con riconoscimento e decodifica di eventuali tracce audio Dolby Digital / Dolby Digital Plus / DTS. L’applicazione Netflix è compatibile 4K e HDR10 con audio fino a Dolby Digital 5.1, mentre YouTube supporta i contenuti 4K, ma non l’HDR. Non è ancora disponibile l’applicazione di Amazon Video (dovrebbe comunque arrivare a breve), mentre sono già disponibili tutte le ulteriori principali App come RaiPlay, Infinity, Chili, Spotify, Deezer o anche Kodi. Il sistema operativo è completo di modalità “sviluppatore” già attiva per installare applicazioni (file apk) anche direttamente da USB, tramite un “file manager” da scaricare dallo Store.

philips 9002 oled 15 - TV OLED HDR Philips 55POS9002 - La prova

Il menu di configurazione può essere raggiunto tramite la Home Screen oppure direttamente tramite l’apposito tasto del telecomando. Per attivare tutte le funzionalità, sarà necessario entrare in “Tutte le impostazioni”, che consente di accedere anche a tutte le voci di configurazione delle immagini. I preset di calibrazione (Stile immagine) da cui partire includono Personale, Vivace, Naturale, Standard, Film, Gioco, ISF Giorno e ISF Notte. Gli stessi preset sono poi replicati in modalità HDR, ma se intendete procedere con le tarature SDR (REC709) e HDR (HDR10) dovrete prestare attenzione al bilanciamento del bianco (ci torneremo poi più avanti). Sono poi presenti una serie di funzionalità di elaborazione del colore, contrasto, risoluzione, riduzione rumore, che suggerisco vivamente di non attivare (se non quello di “Ultra Resolution” che trovate nel menu “Avanzate” -> “Nitidezza”, veramente molto efficace in termini di dettaglio). Da notare come la voce dedicata al livello di luminosità del pannello venga siglata da Philips come “Contrasto” (con regolazione selezionabile da 0 fino a 100), mentre il contrasto vero e proprio si trovi nel menu Avanzate alla voce “Contrasto” -> “Contrasto video”.

philips 9002 oled sdr default - TV OLED HDR Philips 55POS9002 - La prova

Preset ISF Notte (Clicca per ingrandire)

Sebbene il preset “Film” sia piuttosto corretto (consigliamo vivamente di tralasciare “Standard”, “Naturale” e soprattutto “Vivace”) nonostante una temperatura colore troppo calda, il preset SDR REC709 più corretto da selezionare è senza alcun dubbio “ISF Notte”, un po’ freddo alle basse luci e caldo alle alte luci (eccesso di rosso che aumenta progressivamente da 50 fino a 100 IRE), con un gamma medio di 2.17 e un onorevole delta E medio 2,5 della scala dei grigi (con picchi che superano il 4 alle alte luci, proprio a causa dell’eccessiva dominante rossa). Da segnalare come l’impostazione di illuminazione del pannello sia eccessiva di default, attestandosi a circa 200 cd/mq. Complessivamente un ottimo preset di base per chi non avesse dimestichezza con la calibrazione (bravi gli ingegneri TP Vision!). Suggerisco di abbassare l’illuminazione pannello intorno a 35-40, non toccare altro e godervi l’immagine così com’è.

philips 9002 oled sdr cal - TV OLED HDR Philips 55POS9002 - La prova

ISF Notte calibrato (Clicca per ingrandire)

Partendo quindi al preset “ISF Notte”, sonda e software di calibrazione Calman alla mano, siamo intervenuti sulla calibrazione a 2 punti (l’unica opzione disponibile sui TV Philips), riuscendo a linearizzare sia la scala dei grigi, sia il gamma, ottenendo alla fine un delta E medio di 0,7, una perfetta temperatura colore di 6500° K e un gamma 2.18 (ci siamo dati come obiettivo un gamma 2.2 in virtù dell’ambiente di visione circondato da pareti bianche). Siamo intervenuti leggermente anche sui colori, tramite il completo CMS, ottenendo una copertura gamut REC709 del 95% (con un delta E sempre inferiore a 2).

philips 9002 oled sdr gamut calt - TV OLED HDR Philips 55POS9002 - La prova

Gamut REC709 calibrato (Clicca per ingrandire)

Per chi avesse un ambiente luminoso suggeriamo, invece, l’utilizzo del preset “ISF Giorno”, che ricalca sostanzialmente la resa dell’impostazione “Notte” con una luminosità del pannello aumentata a 100 che corrisponde a circa 400 cd/mq di punto del bianco.

philips 9002 oled hdr - TV OLED HDR Philips 55POS9002 - La prova

Preset HDR (Clicca per ingrandire)

In HDR i preset più corretti sono entrambi gli ISF, con l’illuminazione pannello che viene aumentata correttamente a 100. Di default appare perfettibile il bilanciamento del bianco, specie alle alte luci, in cui è possibile notare un tone-mapping che comincia ad intervenire già a partire da circa 400 cd/mq, restituendo una curva EOTF comunque regolare. Abbiamo misurato un picco di luminosità di 680 cd/mq con pattern bianco al 100% in finestra al 10%, che salgono a oltre 800 cd/mq di picco con finestra al 2%. Per quanto riguarda il gamut DCI-P3, la copertura sfiora il 94%, mentre raggiunge il 70% del REC2020.

philips 9002 oled gamutdci - TV OLED HDR Philips 55POS9002 - La prova

Gamut DCI-P3

Avremmo voluto effettuare la taratura del bilanciamento del bianco, cercando anche di modificare l’intervento di tone-mapping (ci sarebbero stati i margini per portarlo a 500 cd/mq), ma ci siamo accorti che l’elettronica si trascina dietro il bilanciamento del bianco calibrato per l’SDR. In pratica la scala dei grigi calibrata tramite la voce “Personalizza” viene utilizzata per qualsiasi banco di memoria sia SDR che HDR. Ci auguriamo che i tecnici TP Vision possano intervenire su questo “bug” con un futuro aggiornamento firmware (lo abbiamo prontamente segnalato e suggerito anche di implementare la calibrazione della scala dei grigi almeno a 10 punti, n.d.r.). Il CMS colori è invece indipendente, ma visto che non è stato possibile intervenire sul bilanciamento del bianco, andare a correggere i colori non avrebbe particolare senso.

Condividi su:

Gian Luca Di Felice

Gian Luca Di Felice
Email: gianluca@tech4u.it. Amministratore e direttore di Tech4U. Appassionato di musica, cinema e informatica, ho collaborato con i più importanti mensili audio-video e quotidiani nazionali. Sono stato anche consulente per aziende di authoring DVD e Blu-ray e posseggo l’attestato “ISF Level II Certified Calibrator” per la misurazione e calibrazione di TV, monitor e videoproiettori.