Home » Articoli » TV OLED HDR Philips 55POS9002 – La prova

TV OLED HDR Philips 55POS9002 – La prova

Menu e calibrazione

philips 9002 oled 16 - TV OLED HDR Philips 55POS9002 - La prova

L’interfaccia del televisore è basata su una versione personalizzata del sistema operativo Android TV 6.0.1 Marshmallow, ormai piuttosto maturo, stabile e intuitivo. Visto che la piattaforma prevede che le App utilizzate rimangano attive in background (e tutto il funzionamento del TV è basato su applicazioni, anche la visione dei canali televisivi) è possibile che l’accumulo nel tempo porti a un progressivo rallentamento dell’interfaccia. Per ovviare al “problema” suggeriamo di riavviare completamente il TV di tanto in tanto: si può fare staccando e riattaccando l’alimentazione, oppure andando in “Impostazioni” -> “Impostazioni Android” -> “Informazioni” -> “Riavvia”.

Il TV è completo di una serie di applicazioni già preinstallate (come Netflix, YouTube, Google Play Store, Play Film, Play Music e molte altre), tra cui un media-player decisamente versatile e in grado di riprodurre contenuti sia da periferiche d’archiviazione USB che in streaming locale DLNA / UPnP fino a risoluzione 4K Ultra HD, anche con HDR. Non abbiamo riscontrato particolari problemi né con file MKV, né tanto meno con gli Mpeg 2/4 o HEVC, sia a 24p, sia fino a 60 fotogrammi al secondo con riconoscimento e decodifica di eventuali tracce audio Dolby Digital / Dolby Digital Plus / DTS. L’applicazione Netflix è compatibile 4K e HDR10 con audio fino a Dolby Digital 5.1, mentre YouTube supporta i contenuti 4K, ma non l’HDR. Non è ancora disponibile l’applicazione di Amazon Video (dovrebbe comunque arrivare a breve), mentre sono già disponibili tutte le ulteriori principali App come RaiPlay, Infinity, Chili, Spotify, Deezer o anche Kodi. Il sistema operativo è completo di modalità “sviluppatore” già attiva per installare applicazioni (file apk) anche direttamente da USB, tramite un “file manager” da scaricare dallo Store.

philips 9002 oled 15 - TV OLED HDR Philips 55POS9002 - La prova

Il menu di configurazione può essere raggiunto tramite la Home Screen oppure direttamente tramite l’apposito tasto del telecomando. Per attivare tutte le funzionalità, sarà necessario entrare in “Tutte le impostazioni”, che consente di accedere anche a tutte le voci di configurazione delle immagini. I preset di calibrazione (Stile immagine) da cui partire includono Personale, Vivace, Naturale, Standard, Film, Gioco, ISF Giorno e ISF Notte. Gli stessi preset sono poi replicati in modalità HDR, ma se intendete procedere con le tarature SDR (REC709) e HDR (HDR10) dovrete prestare attenzione al bilanciamento del bianco (ci torneremo poi più avanti). Sono poi presenti una serie di funzionalità di elaborazione del colore, contrasto, risoluzione, riduzione rumore, che suggerisco vivamente di non attivare (se non quello di “Ultra Resolution” che trovate nel menu “Avanzate” -> “Nitidezza”, veramente molto efficace in termini di dettaglio). Da notare come la voce dedicata al livello di luminosità del pannello venga siglata da Philips come “Contrasto” (con regolazione selezionabile da 0 fino a 100), mentre il contrasto vero e proprio si trovi nel menu Avanzate alla voce “Contrasto” -> “Contrasto video”.

philips 9002 oled sdr default - TV OLED HDR Philips 55POS9002 - La prova

Preset ISF Notte (Clicca per ingrandire)

Sebbene il preset “Film” sia piuttosto corretto (consigliamo vivamente di tralasciare “Standard”, “Naturale” e soprattutto “Vivace”) nonostante una temperatura colore troppo calda, il preset SDR REC709 più corretto da selezionare è senza alcun dubbio “ISF Notte”, un po’ freddo alle basse luci e caldo alle alte luci (eccesso di rosso che aumenta progressivamente da 50 fino a 100 IRE), con un gamma medio di 2.17 e un onorevole delta E medio 2,5 della scala dei grigi (con picchi che superano il 4 alle alte luci, proprio a causa dell’eccessiva dominante rossa). Da segnalare come l’impostazione di illuminazione del pannello sia eccessiva di default, attestandosi a circa 200 cd/mq. Complessivamente un ottimo preset di base per chi non avesse dimestichezza con la calibrazione (bravi gli ingegneri TP Vision!). Suggerisco di abbassare l’illuminazione pannello intorno a 35-40, non toccare altro e godervi l’immagine così com’è.

philips 9002 oled sdr cal - TV OLED HDR Philips 55POS9002 - La prova

ISF Notte calibrato (Clicca per ingrandire)

Partendo quindi al preset “ISF Notte”, sonda e software di calibrazione Calman alla mano, siamo intervenuti sulla calibrazione a 2 punti (l’unica opzione disponibile sui TV Philips), riuscendo a linearizzare sia la scala dei grigi, sia il gamma, ottenendo alla fine un delta E medio di 0,7, una perfetta temperatura colore di 6500° K e un gamma 2.18 (ci siamo dati come obiettivo un gamma 2.2 in virtù dell’ambiente di visione circondato da pareti bianche). Siamo intervenuti leggermente anche sui colori, tramite il completo CMS, ottenendo una copertura gamut REC709 del 95% (con un delta E sempre inferiore a 2).

philips 9002 oled sdr gamut calt - TV OLED HDR Philips 55POS9002 - La prova

Gamut REC709 calibrato (Clicca per ingrandire)

Per chi avesse un ambiente luminoso suggeriamo, invece, l’utilizzo del preset “ISF Giorno”, che ricalca sostanzialmente la resa dell’impostazione “Notte” con una luminosità del pannello aumentata a 100 che corrisponde a circa 400 cd/mq di punto del bianco.

philips 9002 oled hdr - TV OLED HDR Philips 55POS9002 - La prova

Preset HDR (Clicca per ingrandire)

In HDR i preset più corretti sono entrambi gli ISF, con l’illuminazione pannello che viene aumentata correttamente a 100. Di default appare perfettibile il bilanciamento del bianco, specie alle alte luci, in cui è possibile notare un tone-mapping che comincia ad intervenire già a partire da circa 400 cd/mq, restituendo una curva EOTF comunque regolare. Abbiamo misurato un picco di luminosità di 680 cd/mq con pattern bianco al 100% in finestra al 10%, che salgono a oltre 800 cd/mq di picco con finestra al 2%. Per quanto riguarda il gamut DCI-P3, la copertura sfiora il 94%, mentre raggiunge il 70% del REC2020.

philips 9002 oled gamutdci - TV OLED HDR Philips 55POS9002 - La prova

Gamut DCI-P3

Avremmo voluto effettuare la taratura del bilanciamento del bianco, cercando anche di modificare l’intervento di tone-mapping (ci sarebbero stati i margini per portarlo a 500 cd/mq), ma ci siamo accorti che l’elettronica si trascina dietro il bilanciamento del bianco calibrato per l’SDR. In pratica la scala dei grigi calibrata tramite la voce “Personalizza” viene utilizzata per qualsiasi banco di memoria sia SDR che HDR. Ci auguriamo che i tecnici TP Vision possano intervenire su questo “bug” con un futuro aggiornamento firmware (lo abbiamo prontamente segnalato e suggerito anche di implementare la calibrazione della scala dei grigi almeno a 10 punti, n.d.r.). Il CMS colori è invece indipendente, ma visto che non è stato possibile intervenire sul bilanciamento del bianco, andare a correggere i colori non avrebbe particolare senso.

Condividi su:

Gian Luca Di Felice

Gian Luca Di Felice
Email: gianluca@tech4u.it. Amministratore e direttore di Tech4U. Appassionato di musica, cinema e informatica, ho collaborato con i più importanti mensili audio-video e quotidiani nazionali. Sono stato anche consulente per aziende di authoring DVD e Blu-ray e posseggo l’attestato “ISF Level II Certified Calibrator” per la misurazione e calibrazione di TV, monitor e videoproiettori.

21 commenti

  1. Ottima e dettagliata recensione. Leggo che vi è piaciuto l’Ambilight: ma fa veramente la differenza? Continuo a non capire perché in così pochi supportano il Dolby Vision….

  2. Gian Luca Di Felice

    Grazie Giulio. L’Ambilight lo trovo un buon valore aggiunto. Riposante con i film e coinvolgente con i videogiochi, ad esempio. Tra l’altro si possono regolare l’intensità e gli effetti. Se non piace, basta spegnerlo, Quindi veramente nulla di invasivo. Per quanto riguarda il Dolby Vision, si tratta di uno standard che prevede costi di sviluppo e di licenza (da pagare a Dolby). Philips sembra orientata verso l’alternativa “open” HDR10+….vedremo che succederà….sperando che in futuro vengano supportati tutti i vari formati.

  3. Mirto Vincenzo

    Ho ripescato questa vostra recensione, perchè un negozio vicino casa mettarà in promo questo tv a 1300€…. il mio budget iniziale era di circa 900€ e mi ero indirizzato sul modello NON OLED sony 55xe8596…..

    Ok il philips è un OLED, ma paragonato al Sony, merita quei 400€ in più…..
    Il mio utilizzo è più che altro film bluray, giochi su xbox one s ( in futuro il modello X ) e PS4 pro.
    Lo collegherei anche al pc per giocare a qualcosa, ma non i ìn 4k.
    Purtroppo dove vivo non arriva la fibra o una connessione decente per usufruire di netflix in 4k…….
    Ho avuto modo di vedere entrambi accessi ed entramb i collegati a sky e il philips ( cole gli oled lg) ha una profondità di colore…

  4. Gian Luca Di Felice

    Salve Vincenzo,
    parto dalla fine: quello che percepisci come maggiore profondità di colore negli OLED, in realtà sono il maggior contrasto e la dinamica superiore, che ti danno l’impressione che i colori siano più “saturi”…ma in realtà non è così. Però, giustamente, quel che conta alla fine è l’impressione che ci da un prodotto. Personalmente non avrei dubbi e farei il sacrificio a favore dell’OLED…specie in HDR, non c’è storia!

  5. Francesco Bitone

    Salve a tutti. Ho acquistato questo tv da due giorni (anche grazie alla vostra recensione) e sono molto soddisfatto. L’unico problema lo sto avendo con lo SkyQ: non capisco come fare ad attivare il 4K HDR… quando provo a settario dal menu del decoder mi dice che il televisore non lo supporta. Ho preso un cavo HDMI 2.0 ma nulla di fatto… Sbaglio forse qualche setting o devo cambiare ancora cavo? Grazie a tutti!

  6. Gian Luca Di Felice

    Salve Francesco. Per poter riprodurre una sorgente 4K HDR (come nel caso dello Sky Q) devi effettuare il collegamento tramite HDMI 1 o HDMI 2 (quelle lateriali se non ricordo male), che sono le uniche con supporto HDMI 2.0a e HDCP 2.2. Se dovesse continuare a non funzionare, devi andare nelle impostazioni e abilitare sotto Impostazioni generali -> HDMI Ultra HD, la voce UHD 444 / 422. Facci sapere se così risolvi e buona visione! 😉

  7. Francesco Bitone

    Risolto! Ho aggiornato il firmware e poi abilitato la voce UHD. Grazie 1000! ^_^

  8. Salve, acquistato da pochi giorni, ottima impressione, ma non ho capito come si fa a regolare l’illuminazione pannello intorno a 35-40

  9. Gian Luca Di Felice

    Ciao. L’illuminazione OLED del pannello si regola tramite la voce “Contrasto” che trovi nella schermata principale delle regolazioni video. Come abbiamo spiegato nella recensione, quella voce regola l’illuminazione OLED, mentre il contrasto vero e proprio si trova sotto “Avanzate” alla voce “Contrasto video” (ma che, in linea di massima, non ti serve toccare)

  10. Ciao, devo decidere tra questo e L EZ950 di Panasonic. Tra i due ballano ormai 200€. Non so se la qualità del colore del Panasonic che pare sia maggiore, sia così determinante rispetto alla maggior diffusione del sistema operativo del Philips con la possibilità di trovare e installare diverse app. Infine per la visione di contenuti SD e HDready ( Sky calcio e serie), quale si comporta meglio?
    Grazie

  11. Gian Luca Di Felice

    Ciao, il Panasonic ha un’elettronica più rigorosa rispetto al Philips (soprattutto per quanto riguarda la calibrazione). Ma se lo devi usare “out of the box” con i suoi preset di partenza, diciamo che la differenza tra i due modelli / marchi si assottiglia molto. Sulle fronte Smart TV, l’Android TV di Philips dovrebbe effettivamente garantire un maggiore supporto App, rispetto alla piattaforma Panasonic (ad esempio, DAZN e NowTV non so se siano già disponibili sui Panasonic). Per quanto riguarda l’upscaling dall’SD, forse con il Philips si ottiene un pelino di dettaglio in più…parliamo pur sempre di upscaling da SD a Ultra HD (la risoluzione nativa del pannello): non attenderti miracoli…

  12. Gian Luca Di Felice

    Se mi posso permettere un suggerimento (da calibratore professionista), ti sconsiglio vivamente di seguire qualunque eventuale guida online di settaggio: non esiste un pannello identico a un altro, quindi se utilizzi i settaggi suggeriti per un pannello, non è detto che vada bene per il tuo (anzi, sicuro al 100% che non sarà corretto). La calibrazioni o te la fai fare per il tuo TV, o è meglio utilizzare i preset previsti dal menu del TV….farai sicuramente meno danni! Al limite puoi intervenire sull’illuminazione del pannello e disattivare / attivare qualche elaborazione elettronica, ma non toccare altro. Nelle rencensioni di entrambi i modelli ho dato qualche suggerimento in tal senso…
    Per quanto riguarda Philips, è vero che TP VIsion è taiwanese (non cinese e i taiwanesi ci tengono alla distinzione 😀 ), ma i TV e i processori vengono sviluppati ancora in Olanda e i pannelli OLED sono di LG…quindi sì, diciamo che è più un aspetto psicologico che altro….

  13. Grazie. L’ultimo quesito è non ti disturbo oltre… 🙂
    Sul fronte assistenza, se ne sei a conoscenza, tra i due marchi come siamo messi? Mi riferisco a presenza sul territorio, assistenza post vendita, ecc.

  14. Gian Luca Di Felice

    Stiamo più o meno allo stesso livello…piuttosto capillare per entrambi…

  15. Emanuele Scopelliti

    ripesco questa discussione anche io
    vorrei acquistare un philips con ambilight ho un budget di 1500€ circa
    la scelta cade tra questo modello 9002 oled oppure tra l’ultimo modello led pus8503
    questo 8503 ha in più la soundbar , entrambi hanno lo stesso processore , potresti aiutarmi , gli unici valori che ho visto di differenza oltre il pannello led – oled , picture performance index , che nell’oled sono 3800 e nel led 2800 ma non conosco il significato , entrambi i modelli credo di prenderli a circa 1300€ , grazie in anticipo per l’aiuto

  16. Gian Luca Di Felice

    Ciao e scusa per il ritardo nella risposta, ma siamo stati fuori per impegni di lavoro. A parità di prezzo ti suggerisco senza alcun dubbio il modello OLED 9002. E’ vero che non ha la soundbar, però magari con calma (il Natale ormai si avvicina in fondo, no?) ti prendi una soundbar “seria” che andrà sicuramente meglio e sarà più versatile di quella integrata col TV. Per quanto riguarda il picture index non è altro che un valore che tiene contro di vari parametri di elaborazione delle immagini, come fluidità in movimento, ecc… Un po’ come il vecchio 100Hz, ma con dei parametri in più…

  17. ciao, vorrei comprare questo tv per appenderlo al muro…vedo che tutte le prese sono posizionate ottimamente, tranne quella dell´alimentazione….non cé possibilita di metterne una a L in modo da diminuire lo spessore? come si comporta l´altoparlante se appiccicato al muro? grazie.

  18. Gian Luca Di Felice

    Ciao! Certo che puoi, basta acquistare un cavo di alimentazione con presa europea a 2 poli e curvatura a L o a 90°. Su Amazon ne trovi parecchie. Eccoti un esempio: https://www.amazon.it/alimentazione-europea-doppio-inclinata-Monitor/dp/B00Q8UKZU6/ref=sr_1_1_sspa?ie=UTF8&qid=1537351198&sr=8-1-spons&keywords=cavo+alimentazione+tv&psc=1
    Per quanto riguarda la resa audio una volta appeso al muro, purtroppo non sappiamo dirti perché non abbiamo mai provato…e comunque un minimo di distanza dovresti lasciarlo sia per l’altroparlante, sia per far funzionare correttamente la retroilluminazione a parete Ambilight

  19. Gian Luca Di Felice

    Salve Fabio. Da quanto ci descrivi, sembri aver fatto tutto correttamente e ti confermo che le HDMI 1 e 2 sono le 2 porte abilitabili (tramite il settaggio HDMI Ultra HD da te descritto) al pieno supporto 4K HDR (HDR10 e HLG). A questo punto mi verrebbe da pensare che:
    1. Il cavo HDMI in dotazione con lo Sky Q Black non sia “full” 18Gbps? Hai modo di provare con un altro cavo HDMI 2.0 18Gbps o di verificare le caratteristiche del cavo in dotazione?
    2. Lo Sky Q Black (che altro non è che l’ultima versione del MySky HD) possa aver bisogno di un aggiornamento FW. Però se l’hai acquistato come “Sky Q Black” dovrebbe essere già aggiornato al 4K HDR…è questo che mi pare strano…ma tutto può essere…

    Se vuoi fare la prova del 9, stacca il decoder Sky Q Black e utilizzando lo stesso cavo HDMI e lo stesso ingresso HDMI, collega un lettore Ultra HD Blu-ray o un Xbox One S/X, ad esempio (o comunque una sorgente che sai essere compatibile 4K HDR). Se a quel punto funziona tutto e dai settaggi ti fa abilitare l’HDMI Ultra HD 444/422, vuol dire che il problema è il decoder di Sky.

  20. Grazie per la risposta! comunque ho controllato il cavo in dotazione ed è ok, il problema credo sia proprio dovuto a Sky e a questo aggiornamento FW che tarda ad arrivare (quando comprai il q black mi dissero che nel giro di un mese sarebbe arrivato questo fatidico aggiornamento… in realtà è arrivato a tutti i miei colleghi e conoscenti mentre a me no! Ho chiamato sky e mi hanno detto che a breve dovrebbe arrivarmi in quanto aggiornano i decoder a batch di numeri di matricole… questo “breve” però mi lascia perplesso! aspetterò un paio di settimane poi li richiamerò…)
    Per il momento grazie

  21. buongiorno.ho installato l’ultimo firmware su questa tv,quello di settembre. come mai non appare più l’opzione game nell’opzioni immagine????

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.