Home » News » Video » Toshiba: divisione TV passa ai taiwanesi

Toshiba: divisione TV passa ai taiwanesi

toshiba 30 01 15 - Toshiba: divisione TV passa ai taiwanesi

Così come Philips ha affidato la propria divisione TV ai cinesi di TP Vision o Thomson ormai controllata dai cinesi di TCL, anche Toshiba ufficializza il passaggio della sua divisione TV ai taiwanesi di Compal Electronics. Compal è un colosso da 30.000 dipendenti che assembla computer portatili, monitor e TV per marchi del calibro di Acer, Lenovo, Dell, HP, Fujitsu Siemens e, da qualche anno, per la stessa Toshiba.

Per ora l’operazione riguarda esclusivamente il mercato statunitense, con Toshiba che abbandona qualsiasi sviluppo e commercializzazione di nuovi TV, affidando il marchio in licenza a Compal Electronics, che si farà carico di sviluppo, produzione e commercializzazione a partire da marzo 2015 (ora si spiega perché Toshiba non abbia presentato alcuna novità TV in occasione del CES 2015 di Las Vegas).

Per quanto riguarda l’Europa (e il resto del mondo), Toshiba seguirà lo stesso percorso, affidando il suo brand e lo sviluppo di nuovi TV ad un altro produttore. Protrebbe essere la stessa Compal, ma l’ufficializzazione e tutti i dettagli verranno rilasciati ad aprile 2015. Toshiba continuerà invece a sviluppare e commercializzare nuovi TV per il mercato interno giapponese. Insomma, il marchio Toshiba sopravviverà sulle TV, ma il mercato perde l’ennesimo glorioso produttore giapponese ed europeo dopo Pioneer, Philips, Thomson, Telefunken e molti altri ancora.

Per maggiori informazioni: comunicato stampa (pdf in inglese)

Fonte: Toshiba

Condividi su:

Gian Luca Di Felice

Gian Luca Di Felice
Email: gianluca@tech4u.it. Amministratore e direttore di Tech4U. Appassionato di musica, cinema e informatica, ho collaborato con i più importanti mensili audio-video e quotidiani nazionali. Sono stato anche consulente per aziende di authoring DVD e Blu-ray e posseggo l’attestato “ISF Level II Certified Calibrator” per la misurazione e calibrazione di TV, monitor e videoproiettori.

2 commenti

  1. Alberto Pilot

    che amarezza …. oramai queste TV (di qualunque taglio, foggia, tecnologia ed optional) saranno tutte uguali, fatte con lo stampino da quel ristrettissimo manipolo di Aziende che costruiranno materialmente i pannelli, i chipset e tutto quello che serve.

    In pratica diventaranno un prodotto da “sacchetto di patatine” …. usa e getta … mordi e fuggi …. come preferite.

    Triste per chi si ricorda le aspettative sui SED, le mirabilie dei Kuro, i primi LCD con local dimming ed HDR (vero) e via dicendo.

    Santo OLED risollevaci tu ? Boh ….. 🙁

  2. Gian Luca Di Felice

    Già…bei tempi quelli dei SED / FED (mai usciti), Kuro e retroproiettori laser (mai giunti da noi) o SXRD (il Qualia Sony)…. vabbè attendiamo fiduciosi le evoluzioni OLED! 🙂

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.