Home » News » Multimedia » Nuove versioni di Xbox One e PS4 per il 4K?

Nuove versioni di Xbox One e PS4 per il 4K?

console 4k 06 02 2015 - Nuove versioni di Xbox One e PS4 per il 4K?
Nel corso degli ultimi giorni si sono susseguite alcune notizie riguardanti le console di ultima generazione, Xbox One di Microsoft e Playstation 4 di Sony. A scatenare le indiscrezioni è stata un’affermazione di Neil Hunt, Chief Product Officer di Netflix. Secondo Hunt, Sony avrebbe promesso una revisione hardware di PS4, necessaria per garantire il supporto ai video con risoluzione 4K. Meno certo il supporto a HDR, che comunque Hunt considera possibile.

Interpellata direttamente, Netflix ha risposto di non poter confermare definitivamente i piani di altre compagnie. E’ però fuor di dubbio che Hunt si aspetti nuove versioni sia di PS4 che di Xbox One, a circa due anni dall’uscita (quindi verso la fine del 2015). Effettivamente le due console non offrono, al momento, la compatibilità con il formato HEVC, assolutamente indispensabile per poter supportare lo streaming a risoluzione 4K. Ci sarebbe inoltre da considerare la questione HDMI. Nelle specifiche si è sempre parlato di HDMI 1.4 per entrambe, ma, come accaduto per alcune TV (ad esempio Sony), potrebbe anche trattarsi di HDMI aggiornabili alla versione 2.0 “draft”, cioè con supporto limitato a segnali fino a 60Hz, ma con codifica del colore in 4:2:0 a 8 bit. Se le console non fossero aggiornabili, allora sarebbe effettivamente una limitazione di cui tenere conto: i film non avrebbero problemi, ma le serie TV sì.

netflix 4k 06 02 2015 - Nuove versioni di Xbox One e PS4 per il 4K?

Oltre alla questione relativa a HDMI, si dovrebbe anche capire se le due console sono in grado di supportare la decodifica di HEVC senza hardware espressamente dedicato. E’ vero che si potrebbe agire sfruttando sia CPU che GPU, ma non è detto che la potenza sia sufficiente a garantire una riproduzione sempre scevra da problemi. Vi sono però alcuni punti su cui si possono esprimere forti dubbi. Il primo è HDR: nutriamo forti dubbi sul fatto che possa essere ritenuta una priorità, poiché non solo si parla di una nicchia molto ristretta di contenuti, ma anche per il fatto che chiunque vorrà sfruttare questa tecnologia, nel prossimo futuro, dovrà dotarsi di un TV che sia in grado di supportarla. Al momento tutti i TV in arrivo, con HDR, sono dotati di Smart TV, il che implica la presenza dell’applicazione per Netflix e tutti gli altri eventuali servizi di streaming. Utilizzare una PS4 o Xbox One sarebbe dunque ridondante. Un altro aspetto da considerare è la non troppo convinta propensione alla multimedialità, soprattutto da parte di Sony. Xbox One è nata anche come centro di intrattenimento a tutto tondo, e pur con qualche dietro-front, offre comunque più possibilità. Sony, invece, sembra aver scelto più la via della console da gioco, relegando in secondo piano le funzioni di media player e media extender. Quanto è probabile che il colosso giapponese sia ora interessato ad una revisione hardware (a così breve distanza dall’uscita e con costi da sostenere, mentre è ancora in atto il piano di ristrutturazione della compagnia), quando l’unica sua finalità sarebbe ampliare proprio le funzioni multimediali?

C’è poi da considerare un ultimo punto: nel caso si voglia creare una nuova versione, per impossibilità di aggiornare i modelli attualmente sul mercato, non avrebbe più senso attendere anche l’uscita di Ultra HD Blu-ray, offrendo un prodotto completo a tutto tondo? Arrivare per primi sul mercato, con sistemi polivalenti, capaci di fungere da macchine da gioco, lettori video di ultima generazione e set top box per lo streaming, potrebbe richiamare una più ampia fascia di pubblico.

Fonte: Forbes

Condividi su:

Filippo Gamberini

Filippo Gamberini