Home » News » Mobile » Sony: possibile abbandono TV e smartphone?

Sony: possibile abbandono TV e smartphone?

sony1 20 02 15 - Sony: possibile abbandono TV e smartphone?

L’amministratore delegato di Sony Corporation, Kaz Hirai, ha annunciato la strategia del gruppo per i prossimi 3 anni: continuare ad investire nei mercati forti della multinazionale, come sensori fotocamere, PlayStation ed entertainment (film, musica e relativi servizi) e “tralasciare” i mercati TV e smartphone. Questo non vuol dire che Sony abbia deciso di abbandonare questi settori, ma è inutile cercare la crescita in questi segmenti, ormai “stritolati” dall’agguerrita concorrenza cinese e coreana. Nulla è ancora deciso, ma Hirai non esclude una possibile “strategia di uscita” da questi mercati, sotto forma di vendita delle divisioni o ricerca di partnership per lo sfruttanmento del marchio in licenza.

sony2 20 02 15 - Sony: possibile abbandono TV e smartphone?

Una cosa è certa, Sony parteciperà al Mobile World Congress 2015 di Barcellona, ma non darà alcuna conferenza stampa ufficiale. Un primo forte segnale della nuova strategia. In occasione del MWC 2015 verrà con ogni probabilità annunciato un nuovo smartphone top di gamma (presumibilmente Xperia Z4), ma quest’ultimo non sarà strategico nel business complessivo del gruppo. Per quanto riguarda la divisione TV, vedremo quale approccio deciderà di adottare Sony in occasione del prossimo IFA 2015 di Berlino (primi di settembre). Anche se non ce lo auguriamo, non ci sorprenderebbe se alla divisione TV di Sony dovesse toccare la stessa sorte già avvenuta per Philips, Toshiba, Thomson e forse anche Panasonic (vedi news).

Fonte: Reuters

Condividi su:

Gian Luca Di Felice

Gian Luca Di Felice
Email: gianluca@tech4u.it. Amministratore e direttore di Tech4U. Appassionato di musica, cinema e informatica, ho collaborato con i più importanti mensili audio-video e quotidiani nazionali. Sono stato anche consulente per aziende di authoring DVD e Blu-ray e posseggo l’attestato “ISF Level II Certified Calibrator” per la misurazione e calibrazione di TV, monitor e videoproiettori.

3 commenti

  1. Alberto Pilot

    A quando l’annuncio anche per la parte di video proiezione consumer ? 😀

  2. lello

    Panasonic mi hai già detto che è uscita dalla proiezione consumer, adesso anche Sony, alla fine cosa rimarrà?

  3. Alberto Pilot

    Se vuoi uno scenario ancora più caustico ti dico che secondo ne anche JVC (entrata nell’ottica Kenwood) non la vedo affatto bene.

    Epson è una potenza “termonucleare” e vende proiettori a container (letteralmente) ogni giorno, per cui si può permettere di avere dei prodotti che non fanno subito breccia o passare diciamo 12/18 mesi di difficoltà in un settore specifico (se ci crede ovviamente). Al momento per le altre multinazionali non vedo questa elasticità e possibilità.

    La proiezione domestica sarà sostituita pian piano da display piatti di dimensione sempre maggiore e qualità crescente …. Con “qualcuno” che ha ipotizzato OLED avvolgibili per il
    2020 da srotolare come oggi un normale telo di proiezione.

    Le sale private o le case con sistemi HT di alta qualità (quindi con la presenza imprescindibile di un proiettore) saranno sempre meno, appannaggio di quei Brand che si possono permettere poche macchine ad elevatissimo valore aggiunto, soprattutto per know-how, attitudine sul mercato e servizio per e post vendita. Ma parliamo verosimilmente di macchine pro trasportare nel mercato Home Cinema Prosumer (sei da abbastanza in questo mercato da ricordarti i vari Barco Cine9 ? Una cosa simile … ), quindi dal costo di una BMW 5er accessoriata a salire …. 🙂

    Avrei scommesso un lustro fa sul dilagare dei pico proiettori per uso promiscuo film/video giochi, ma poi la crisi ci si è messa e così la matrice 1080p non è più uscita e lo sviluppo dei LED non ha avuto la spinta che si pensava. Oggi rimane disponibile l’ottimo Vivitek Qumi Q5, ma come diceva un vecchio adagio …. Una rondine non fa primavera (purtroppo).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.